Arachidi, tutto quello che devi sapere sulle noccioline americane

arachidi proprietà

Arachidi, anche note come noccioline americane, le arachidi (nome botanico Arachis hypogaea), comunemente inserite nella categoria della frutta secca, appartengono in realtà alla famiglia delle leguminose, la stessa di soia, lenticchie, piselli, ceci e fagioli.

Conosciute anche come spagnolette, bagigi, barbagigi, sacchetti, gallette, cecini, marchesini, scaccaglie, affondano la loro origine in Sud America, arrivate in Europa grazie ai conquistadores Spagnoli.

Non tutti sanno che è una pianta molto bassa, simile ad un cespuglio, la cui caratteristica risiede nella particolare crescita dei frutti che si sviluppano….sottoterra. Una volta raccolte, vengono seccate al sole e poi tostate prima di essere pronte per il consumo. Si presentano con un guscio duro, ma non particolarmente resistente, che può essere facilmente frantumato a mani nude e che racchiude due o più semi; dopo l’acquisto si conservano a lungo se ancora complete di guscio, purché riposte in luogo fresco e asciutto; se, al contrario, sono sgusciate, devono essere custodite in un contenitore ermetico per mantenere fragranza e sapore, evitando che irrancidiscano.

Un tempo le arachidi venivano macinate e impiegate solamente per l’alimentazione del bestiame. Successivamente si è scoperto che vi si poteva ricavare un olio, ottimo per il suo punto di fumo alto.

Solitamente oggi in cucina vengono accompagnate con aperitivi, dove si consumano tostate e salate, ridotti in pasta per ricavare il burro di arachide, creme spalmabili dolci o salate, croccanti al caramello, aggiunti a pasta o in farina per creare svariati prodotti da forno.

Ma i benefici per la salute?

Fonte di proteine vegetali, buona fonte di niacina (contribuiscono quindi alla buona salute del cervello e alla circolazione sanguigna), ricche di antiossidanti e polifenoli, fonte di coenzima Q10, fibre, vitamine del gruppo B ed E, potassio, rame, filati, fosforo, fitosteroli e inoltre la presenza di grassi “buoni” (principalmente monoinsaturi) contribuisce a limitarne l’indice glicemico.

La sinergia di tutti questi nutrienti, conferisce alle arachidi proprietà molto utili per la nostra salute. Attenti alle intolleranze, molto frequenti per questo alimento, dove è consigliato rivolgersi ad uno specialista per gli eventuali controlli.

L’unica controindicazione per questo alimento potrebbe essere quello di mangiarne in eccessive quantità, perché è vero che sono ricche di sostanze buone per la salute del nostro organismo, ma è anche vero che sono molto caloriche, infatti i nutrizionisti consigliano una porzione max di 25/30 gr al giorno!

Io ne vado ghiotta…una tira l’altra, ma per “regolare” il consumo, ne prendo direttamente la mia porzione e rimetto a posto tutta la confezione, altrimenti……non mi regolo!!!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *