Cucina macrobiotica : armonia con il cosmo e con la natura

cucina macrobiotica

Cucina Macrobiotica: stile di vita che comincia dalla cucina.

Se cerchiamo la definizione esatta del termine macrobiotica, otterremo queste informazioni:

“Dottrina e scienza della lunga vita, d’origine orientale che ha per scopo la conquista di un perfetto equilibrio tra spirito e corpo, ottenibile specialmente con diete a base di cibi vegetali, non raffinati, biologici, stagionali, non trasformati né conservati industrialmente, senza chimica, coloranti e conservanti”.

All’origine del termine ” macrobiotica” c’è una parola greca che vuol dire “vita splendida”, una vita che deve permetterci di svilupparci sotto tutti gli aspetti: biologico, mentale, emotivo e spirituale. Ippocrate, padre della medicina tradizionale, diceva: ” Siamo ciò che mangiamo”. Michio Kushi, grande divulgatore della macrobiotica in occidente, affermava: ” Siamo come fantasmi che assorbono l’ambiente. Siamo ciò che mangiamo, poiché è ciò che mangiamo a creare il nostro sangue che dà vita alle cellule, agli organi, al sistema nervoso, ai pensieri, per cui senza alimentazione la vita non è possibile”.

La macrobiotica è legata all’essere umano sulla Terra, l’alimento che permette alla specie umana di adattarsi alla catena ecologica della vita. Ma su cosa si basa?

La cucina macrobiotica si basa sulla comprensione del nostro sviluppo biologico, sociale e spirituale. Abbraccia non solo ciò che mangiamo, ma anche l’ambiente in cui viviamo, l’aria, l’acqua, le relazioni sociali, la famiglia, l’arte, la casa e i suoi influssi, collocando l’uomo nell’ordine della natura. Invita a consumare piatti casalinghi utilizzando ingredienti freschi e locali, ricette regionali ed essenzialmente prodotti vegetali; facendo questa scelta ci assumiamo una responsabilità, creiamo cioè una coscienza, tenendo presente la qualità energetica di ogni alimento e il suo impatto sul corpo, con le sue relative conseguenze.

In macrobiotica esistono due ambiti di dieta:

  • La dieta quotidiana
  • La macrobiotica terapeutica.

La dieta macrobiotica quotidiana ci offre una grande varietà, mentre la dieta macrobiotica terapeutica va utilizzata per periodi di tempo limitati e si concentra su alimenti specifici. In questo articolo parlerò della macrobiotica come sistema alimentare e nutritivo che ha lo scopo di potenziare la nostra capacità biologica per un funzionamento ottimale.

Possiamo inoltre distinguere un’alimentazione medicinale di base, che possiamo definire “dieta-rifugio”, da consumare quando perdiamo la salute, quando desideriamo rafforzarla o quando attraversiamo un periodo in cui abbiamo bisogno di concentrarci, approfondire o focalizzare.

Secondo Herman Aihara, il cibo influisce solo per il 5% sulla nostra salute; si tratta però del 5% più importante. In questa ” dieta-rifugio” consumeremo zuppa di miso, riso integrale, kimpira di verdure, insalata di foglie scaldata, verdure pressate, una razione di alghe, composta di mele e tè kukicha. Possiamo inoltre mangiare il riso integrale cucinato in modo da creare un’energia molto spirituale, un forte legame con l’ordine della natura, tributando rispetto al modo in cui il riso si è evoluto sulla Terra e ai luoghi in cui è stato coltivato, in modo tale che questo riso, dopo essere stato masticato per un minuto di trenta volte per ogni boccone, rappresenti la comunione con il tutto.

Voi avevate mai sentito parlare di macrobiotica? Cosa ne pensate di questa scienza?

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *