Differenze tra Vegani, Vegetariani, Crudisti e Fruttariani

vegan-vs-onnivori

Vegano, Vegetariano, Crudista, Fruttariano…termini utilizzati quotidianamente da tutti ed entrati a far parte del nostro vocabolario, ma quali sono le reali differenze tra questi diversi regimi alimentari? cosa occorre conoscere per poter fare una scelta che sia in linea con il proprio modo di essere?

Chiariamoci le idee in merito:

  • VEGETARIANI

coloro che eliminano dalla loro dieta tutti i tipi di carne (carni bianche e rosse, salumi, insaccati e in scatola) e pesce (crostacei, molluschi, tonno in scatola), ma si limitano a consumare i derivati (uova, latte e formaggi). La loro dieta é prevalentemente basata sul consumo di frutta e verdura. Vedi immagine sotto:

piramide-alimentare-vegetariana

  • VEGANI

eliminano TOTALMENTE qualsiasi proteina di origine animale, (carni bianche e rosse, salumi, insaccati e in scatola) e pesce (crostacei, molluschi, tonno in scatola) e a differenza dei vegetariani non consumano alcun prodotto derivato come latte, formaggi e uova. La loro dieta è esclusivamente di origine vegetale. Vedi immagine sotto.

  • CRUDISTI

non consumano cibi cotti, lavorati e trattati, nutrendosi quindi di alimenti che in fase di preparazione e semi cottura non superano i 42°C e in fase di conservazione abbiano una temperatura minima non inferiore ad 1°C. Il crudismo può nelle sue varianti e in rari casi includere sia alimenti di origine vegetale che animale anche se assumono in prevalenza frutta, verdura, semi, frutta secca, cereali germogliati e legumi. Vedi immagine sotto.

piramide-crudista

  • FRUTTARIANI

non mangiano nè carne nè pesce, ma solo frutta dolce e ortaggi. Anche  se gli ortaggi non rientrano nella categoria “frutta” per i fruttariani, melanzane, pomodori, zucchine, cetrioli, così come i cereali, non sono altro che i frutti delle rispettive piante. C’è da precisare che alcune varianti escludono questi ultimi.

piramide_fruttariana_sostenibile

Oltre a questi regimi alimentari ci sono altre ideologie e chissà quante altre ce ne saranno fra qualche anno.

Alcune statistiche dicono che  nel 2050 un  italiano su due sarà vegetariano e probabilmente quello che oggi viene vista come una moda sarà la normalità. Voi cosa ne pensate?

Commenti

  1. Monia De Moniax

    penso che l’ignoranza sulla “frutta” è enorme. E’ frutto tutto ciò che pende dalla pianta e che quando è maturo cade per infilarsi nel terreno e riprodursi. Mele, pere, arance, mapo, ma anche pomodori, ceci, piselli, melanzane, fagioli, fagiolini, peperoni, e così via. E’ a questo scopo che Natura ha fatto alberi e piante da frutto. Altro metodo di riproduzione della pianta tramite il seme: l’Animale mangia il frutto poi fa la pùpù ed il seme finisce ugualmente nella Terra e si riproduce. Quindi mangiare i frutti non fa male a nessuno. Se non si mangiassero andrebbero sprecati. Mentre se mangi un Essere Vivente, lo devi prima assassinare e da morto non si duplica né seppellito, né defecato. Capito?????????????

    1. Autore
      del Post
      BlondyBlog

      Monia ti ringrazio per questo commento che ha chiarito ancor di più l’articolo con una semplice spiegazione. Mi farebbe molto piacere conoscere quale argomento vorresti fosse trattato su questo blog. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *