Resetta il tuo corpo con la dieta Mima Digiuno

dieta mimo digiuno

La Dieta Mima Diguno del Dott. Valter Longo.

Come sono solita fare, anche in questo articolo non scenderò nel dettaglio di questa dieta quindi non elencherò i quantitativi da mangiare o tutte le cose da mangiare ogni giorno, perché anche online ci sono diversi articoli che lo spiegano bene, con lo schema giornaliero.

Io vi darò la mia esperienza, vi darò delle indicazioni perché insieme al mio compagno, due volte l’anno la eseguiamo; poi è ovvio che se avete delle domande, potete scrivermi e sarò felice di potervi aiutare.

Vi racconto in che modo sono venuta a conoscenza della dieta “Mima Digiuno“…un giorno il mio fidanzato mi dice che aveva letto un libro, dove parlava di questa dieta della longevità e secondo lui, dopo i vari approfondimenti in merito era qualcosa di valido, che avrebbe apportato benefici al nostro corpo e quindi andava fatta.

Inizialmente gli ho fatto mille domande, abbiamo consultato un dottore per capire bene se andavamo incontro a qualcosa che potesse essere dannoso per la nostra salute, ma abbiamo riscontrato un esito positivo.

Se state valutando di seguire questa dieta, vi consiglio di consultare il vostro medico o un esperto che conosca bene le vostre condizioni di salute in modo da indicarci se può essere qualcosa di buono o meno per voi.

Dopo aver stilato la lista della spesa settimanale (niente di nuovo per chi consuma verdura e frutta secca), abbiamo iniziato e per i primi due giorni non abbiamo avvertito un gran senso di fame, anche se a me mancava il pane (per chi ha già letto lo schema di cosa mangiare sa che non si possono assumere carboidrati, proteine e zuccheri); abbiamo sospeso le nostre attività sportive poiché le kcal da assumere bastano alla normale “sopravvivenza” e quindi non c’erano energie a sufficienza per la corsetta mattutina che facciamo quotidianamente.

Gli ultimi due giorni sembravano non passare più, la fame iniziava a farsi sentire, mancavano tanto i carboidrati e il corpo iniziava ad averne bisogno, ma lo scopo di questa dieta è proprio quello di non dare (per una settimana) al proprio corpo zuccheri, proteine e carboidrati in modo da mandare volutamente l’organismo in carenza di glucosio; senza glucosio a sufficienza, il corpo è costretto a generare risorse energetiche alternative partendo dalle nostre riserve di grasso.

Avendo anche un calo proteico, il corpo alloca le risorse proteiche disponibili in modo più efficiente, tutelando i tessuti nuovi e in buona salute e lasciando morire le cellule vecchie, per poi riutilizzarle, ecco spiegato come avviene il reset del nostro corpo.

Questo digiuno è consigliato due volte l’anno ed io vi consiglio di farlo nei periodi freschi, noi lo facciamo verso metà maggio e fine ottobre e ovviamente ci sono benefici, che probabilmente non si vedono ad occhio nudo, perché comunque agisce all’interno, a livello cellulare; certamente si perdono anche dei kg, ma attenzione, questa dieta non è studiata per perdere peso!

Io credo che questa dieta, studiata dal dottor Valter Longo sia molto valida perché io stessa la eseguo da due anni, previene malattie e rallenta l’invecchiamento, ma credo anche che ogni giorno dobbiamo alimentarci in modo sano per far in modo che il nostro corpo sia in salute.  E voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *