Scelgo il sushi perché meno calorico di un panino, é davvero così?

sushi calorie

Cena o prano fuori che sia, è sempre più frequente, nella comitiva di amici, la proposta sushi e tendenzialmente molte persone lo scelgono pensando sia l’opzione più salutare, ma è davvero così?

Qualche tempo fa, lessi un articolo che vorrei condividere qui con voi; parlando proprio di sushi  la dietista inglese Rachel Beller, diceva che questa specialità gastronomica giapponse non è affatto un piatto light, ma le sue calorie possono essere paragonate addirittura a quelle di un hamburger farcito.

Ecco dunque  svelato un falso magro, che ahimè risulta una vera e propria sorpresa.

Parlando di kcal, analizziamo gli alimenti da un menù giapponese;

Ordinando il classico California Roll ( a base di granchio, mascarpone, maionese e avocado) dobbiamo sapere che ingeriamo circa 40 kcal per pezzo;

Prendendo il Nigiri Sushi le kcal aumentano a circa 70 per ogni pezzo;

Ordinando una tempura di verdure assimileremo circa 350 kcal, anche se qui dipende molto dal tipo di olio nel quale si frigge.

Parlando in modo generico, gli ingredienti base della cucina giapponese sono pesce e verdure ( pochi grammi), riso ( ricco di carboidrati e zuccheri), aceto di riso zuccherato, immancabile salsa di soia, che io definisco “sale liquido” (elevato contenuto di sodio), salsa teriyaki (contiene sia zucchero che sodio)…quindi tutto possiamo dire, tranne che una cena giapponese sia salutare o light, ma potrebbe diventar la facendo qualche rinuncia e le giuste scelte.

Un mio consiglio, oltretutto, è anche quello di valutare, molto attentamente, la scelta del ristorante per non “incappare” in “intossicazioni” alimentari dovute alla cattiva conservazione del pesce; il vero rischio per la salute è rappresentato dall’Anisakis, un parassita molto frequente nei pesci, che consumato crudo sottopone il consumatore ad un’elevata probabilità di trasmissione dell’infezione, se non viene rispettata la procedura di abbattimento della temperatura (congelamento per 24 ore).

Volendo optare per il fai da te? Io personalmente a casa mi diletto nella preparazione del sushi vegetale, che con un poco di pratica il risultato è davvero ottimo. Vi allego qui il link che vi spiega come fare il sushi vegetale.

Personalmente in cucina sono molto tradizionalista, anche se qualche volta mi sono fatta prendere dalla curiosità di scoprire i  sapori del Sol Levante, ovviamente ho scelto tutto veg, iniziando con una zuppa di miso (che ha poche kcal) e un’insalata di alghe, ma vi assicuro che non è stato semplice rinunciare alla tempura, che ho comunque assaggiato.

Insomma, volendo mangiare “tenendosi in forma” anche in un ristorante giapponese, basta scegliere poche cose che non sono molto caloriche e comunque non limitarsi a fare compagnia a tutti i vostri amici che ne sono ghiotti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *